La musica, una donna, un nome: Elena Cirillo.


Quando ho deciso di creare il mio Blog, vi ho raccontato “Un po’ di me” (…. Tutto iniziò…) la mia esperienza professionale, la mia crescita e alcune sfumature del mio caratte”raccio”. Ciò che forse ho dimenticato di raccontarvi è che la danza e quindi la musica, hanno fatto e fanno parte della mia vita, ma questo prometto che ve lo racconterò dettagliatamente…. La musica da sempre è stata la mia compagna di “giochi”, soprattutto quella classica (ovviamente) sono cresciuta con il suono del pianoforte che accompagnava le mie lezioni di danza, il suono del violino che mio zio amava suonare e crescendo come tutte le adolescenti avevo il cuore spaccato in due da un annoso dubbio: Duran Duran o Spandau Ballet?

A parte questa piccola digressione, ho parlato di musica perché l’intervista che seguirà ha come protagonista una donna, una musicista/cantante, che suona il volino e che, cosa non di secondaria importanza, è una concittadina: Elena Cirillo.

Ringrazio Elena per avermi concesso questa intervista, è un piacere sottolineare che la provincia di Massa Carrara è foriera di talenti, Mafalda Pegollo(Colori e emozioni di un artista) pittrice, Laura Adani foodblogger (“Dolce” make up ) Elena Cirillo musicista/cantante… e Francesco Gabbani vincitore delle nuove proposte a Sanremo 2016!!!! https://www.facebook.com/francescogabbaniofficial/?fref=ts

Elena Cirillo, un nome, una donna, la musica, uno strumento: il violino. Come nacque in te la passione per questo strumento dal suono cosi acuto ed intenso?

E: Ho iniziato a desiderare di suonare il Violino guardando le orchestre in televisione, ma quando ho iniziato a studiare musica, a 8 anni, non c’era nessuno che lo insegnasse qui in zona, così iniziai col pianoforte. Poi aprirono la Scuola Comunale di Musica di Massa e tra le classi c’era finalmente quella di violino. Iniziai a studiarlo a 11 anni ed è diventato il mio strumento principale.

Il più noto violinista di tutti i tempi fu un italiano, un uomo, Niccolò Paganini, fu definito il “violinista del Diavolo” per le sue numerose opere dai titoli macabri come “streghe” ed “il trillo del Diavolo”. Oggi il violino è uno strumento sempre più suonato ed “indossato” come un abito elegante da bellissime donne, per citarne alcune Vanessa Mae, Le Bond, Lindsey Stirling, Francesca Dego e altre ancora. Credi che la musica di questo strumento rappresenti la donna contemporanea nella sua complessità e nella sua bellezza?

E: Al Diploma di Violino, che ora si chiama Laurea, portai sia i Capricci di Paganini che la Sonata Il Trillo Del Diavolo. Il violino in braccio ad una donna sta particolarmente bene ma gli strumenti non hanno sesso, presuppongono solo passione.

Si aprirà a breve il palcoscenico del Teatro Ariston di Sanremo per la sessantaseiesima edizione. Come artista, credi che il valore di quella platea sia ancora importante al fine di ottenere il successo ed essere apprezzati nel complesso panorama musicale?

E: Si, Sanremo è importante, resta la Kermesse canora più importante d’Italia e non solo. Ho suonato 2 volte nel teatro Ariston ma non per il Festival e confesso che non mi dispiacerebbe poterlo fare.

Note le tue collaborazioni come corista e violinista al fianco di grandi nomi della musica italiana come De Gregori, Renga, Morgan, Mario Biondi, quali sensazioni hai provato a fianco di questi artisti e in che modo hanno “arricchito” la tua arte?

E: Io vengo da studi classici, lirici e sinfonici, ma ho sempre ascoltato anche musica legger  a, pop, rock, blues, jazz, soul etc. Però fino al conseguimento dei Diplomi(Lauree) in Violino e Canto Lirico ho eseguito quasi esclusivamente musica classica e lirica. Poi ho iniziato a dirottare sulla moderna, ad usare microfono, pianoforte e violino elettrico. Suonare con artisti della musica “leggera” ha consolidato il mio studio in questo senso e ancora lo sta facendo.

Ti sei diplomata al conservatorio di Spezia in violino ed in canto lirico nel 1996, come sognavi potesse essere la tua vita artistica? Ad oggi il sogno si è realizzato?

E: Si, mi sento realizzata e fortunata di poter lavorare con la mia passione, soprattutto perché posso insegnare e allo stesso tempo suonare sui palchi, due cose che mi fanno sentire viva e in pace con me stessa. Ho comunque ancora progetti e sogni da realizzare, ma, del resto, guai a non averne!

Nel 2007 nella città che ti ha dato i natali Massa- Carrara fondi la Play The Sound, un centro polifunzionale dove fare musica, studiare musica e dove tu insegni. Qual è la missione della tua scuola e su quali valori si fonda?

E: La Play The Sound è la struttura che ospita la Play The Voice, la mia Accademia di Canto. Sono entrambe due mie creature a cui tengo molto. La Play The Voice è partita come scuola di Canto ma in poco tempo è diventata Scuola di Musica. Si insegnano anche Pianoforte moderno/Tastiere, Chitarra acustica/elettrica, Basso e Batteria. Lo scopo è trasmettere passione per la Musica e creare artisti e insegnanti che possano vivere con l’Arte della Musica. Alcuni dei miei allievi già insegnano al mio fianco. Lo Staff in generale è il migliore che potessi desiderare, ho colleghi/amici fantastici senza i quali la Play The Voice non sarebbe così efficiente. Quando sono in Tour loro sono una garanzia di buon funzionamento.

Se tu potessi organizzare un grande evento musicale, senza limiti alcuni, quali artisti convocheresti e perché, ma soprattutto quale messaggio vorresti trasmettere?

E: Ci sono tanti artisti che inviterei, in ogni caso inviterei solo persone che riescano ad esprimere dedizione, serietà e amore per questa professione.

La musica da sempre unisce le generazioni, i popoli, le nazioni. Se tu potessi suonare o cantare in mondovisione per la pace nel mondo quale canzone sceglieresti e perché?

E: Sceglierei Save a Prayer dei Duran Duran perché è un brano che ho sempre adorato e che mi fa venire i brividi ad ogni ascolto.

Tu suoni sia il Violino classico che violino elettrico, che differenza di suono esiste tra questi due strumenti?

E: Il violino elettrico è amplificato e non ha ritorno acustico perché si comporta come una chitarra elettrica, quello classico ha cassa armonica e anche se amplificato ha un suo suono acustico…Diciamo che nel Violino classico il suono lo fa solo il/la violinista aiutato/a dalla qualità del violino e dell’arco, nel Violino elettrico e in quello classico amplificato il suono lo fanno il/la violinista, la qualità del violino e dell’arco e… Il fonico di sala!

La musica è la tua vita, la tua passione diventata lavoro. Quali altre passioni coltivi nel tuo tempo libero?

E: Lo Sport, tutti i giorni lo pratico in qualche modo (corsa e ginnastica) e lo studio di altro che non sia musica. Mi piace studiare in generale.

Se tu non fossi diventata l’artista che sei oggi, cosa altro avresti potuto essere?

E: Non mi vedo in altri ruoli se non in quello di musicista però forse pallavolista…si, la pallavolo mi ha sempre appassionata.

Massa, i paesaggi, la storia, la provincia con tutti i suoi pregi e i suoi difetti. Perché hai scelto questa realtà per vivere e non le metropoli come Milano, Roma o altre dove forse possono esistere più stimoli per una musicista di giovane talento come te?

E: Massa-Carrara ha i suoi limiti ma ha 2 cose irrinunciabili: la mia famiglia d’origine ed il mare. E per fare il mio lavoro non importa vivere in una grande città. Mi sposto quando serve, per il resto preferisco la pace della provincia.

Quale vita immagina di condurre Elena Cirillo tra 20 anni?

E: Vorrei fare quello che faccio adesso, in altre forme magari, ma questo, niente altro.

Per una donna d’ oggi, sia essa artista o imprenditrice, piuttosto che madre o impiegata, la bellezza a tuo avviso ha importanza e rappresenta un biglietto da visita?

E: La bellezza conta molto oggi in effetti ma per me conta di più il carisma di una persona. Sempre e comunque. In ogni caso presentarsi bene, che non significa essere belli ma essere curati, ha molta importanza in qualsiasi tipo di lavoro.

Elena Cirillo foto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...