Un Angelo caduto dal cielo


Confesso che ho sempre amato scrivere. Da piccola a scuola quando la maestra assegnava come compito il tema di Italiano era per me un sogno, potevo scrivere ed esprimere il mio sentire. Qualche volta andavo fuori tema per la fantasia che mi portava a fare viaggi infinti, ma spesso i miei temi erano letti alla classe perché ricchi di riflessioni e spunti. Crescendo non ho perso l’abitudine di scrivere, lettere d’ amore, sms (i miei amici mi prendono sempre in giro per questo) e ora il blog, anche se in realtà il mio sogno è quello di scrivere un libro…. Chissà.

Certo non mi sarei aspettata di essere qui oggi ad intervistare noti personaggi della moda, del cinema, dell’arte, ma la vita va cosi, io non mollo mai, insisto, cerco, frugo, chiedo, capto creo, insomma vivo tutte le occasioni che la vita mi offre e quando non me le offre perché è distratta, le busso su una spalla e dico: “guarda cosa ho trovato!!!”.

Questa volta ho trovato qualcosa di prezioso, innanzitutto una persona splendida, sensibile e capace di dare amore, poi un artista eclettico, un creativo vero, camaleontico e mai scontato, un vero esploratore dell’anima e del mondo, che ha fatto del suo talento un messaggio d’amore: ANGELO CRUCIANI.

Angelo Cruciani Portrate 2015

Nonostante i suoi numerosi impegni tra moda, arte e sociale, Angelo ha accettato la mia proposta di intervista e si è subito reso disponibile, non sapevo bene come avrebbe reagito alle mie “insolite” domande, ma devo dire che la maggior soddisfazione che ho avuto è stata quella di sentirmi dire che le mie domande gli erano piaciute molto e che si augurava che le risposte fossero vicine al mio sentire…. Questo vuol dire essere capace di dare amore.

Grazie Angelo, di nome e di fatto!

Da quale pianeta, creativamente parlando, proviene Angelo Cruciani e quale messaggio porta con se?

Bellissima Domanda…. Risposta Breve e precisa: Mercurio. Il Pianeta più veloce e domicilio della comunicazione, Angelo= messaggero. Mi rispecchio in tutto ciò che è ibrido, androgino e meticcio, mercurio è decisamente l’unico posto che potrei definire casa. Appunto nella tua domanda mi chiedi quale messaggio porto:

“l’amore è l’energia creativa che genera la vita, è il sentimento che innesca l’evoluzione continua di questo movimento rapidissimo ed impercettibile. La Vita è la manifestazione dell’amore dell’universo”

Qual’ è il tuo rapporto con la religione Cristiana che spesso abbiamo visto rappresentata nelle tue opere, per citarne una GESUSSTREET graffiti raffiguranti l’immagine di Cristo in 50 paesi sparsi per l’Italia.

La Religione cattolica ha avuto nella mia formazione Morale ed Estetica un ruolo predominante per anni. Amo Cristo come esempio di Vita, è insieme a Siddartha il mio eroe preferito, la meta da raggiungere, l’unica cosa da imitare. L’utilizzo che poi ha fatto la storia e soprattutto gli uomini, del suo insegnamento è diventato poi molto discutibile. Il mio rapporto vero e stupendo è con Gesù. La religione la trovo molto più simile ad un organizzazione politica piuttosto che spirituale. Gesù era Amore…Amore senza Paura.

Se tu dovessi disegnare un abito per Papa Francesco, quali colori o disegni sceglieresti e perché?

Mi piacerebbe pensare ad un Papa vestito da uomo, non travestito da supereroe, da ufficiale, dentro una divisa che dichiara chi sei. Gesù non era vestito da Gesù, un Papa non dovrebbe essere vestito da Papa. Mi piacerebbe che gli uomini potessero scegliere i vestiti. Quelli che scegli ebbe la loro anima.

Sei stato definito un artista eclettico, il tuo movimento ondivago tra moda e arte, la tua creatività, ma soprattutto i temi utilizzati per esprimerti come l’amore o la religione. In quale di questi due mondi ti senti più Angelo Cruciani, negli eccessi lussureggianti della moda o nella libera creatività dell’arte?

Più che eclettico sono un creativo istintivo e coerente con le percezioni. Vivo di pulsioni viscerali che mi travolgono e cercano attraverso me una forma di vita. Tra tutte le mie forme di espressione prediligo la Street Art perché è più decisa e rischiosa, non mi permette ripensamenti e richiede un rapporto onesto con la responsabilità.  L’arte è il mio lato intimo, un diario segreto che rendo poi pubblico, mentre la moda è la mia vita, è il mio dialogo con il tempo ed il mondo. Ma nessuno ingrediente può mancare per far di me ciò che sono, ho provato a scegliere molte volte per concentrarmi soltanto su una carriera, ma io sono una contraddizione continua di moti: ed ora lo accetto.

Angelo

Sta per andare ON AIR il flash mob “SVEGLIATITALIA” alle 15 del 23 Gennaio in Italia di cui saranno coinvolte più di 90 piazze + Londra Copenaghen, Vienna, Berlino, Boston e Dublino. Tu sei il creativo di questo evento, vuoi raccontarci cosa accadrà e perché?

Circa una settimana prima dell’evento il coordinamento arcobaleno mi ha chiamato per cercare un piccolo gesto per creare attenzione ad una manifestazione che dovrebbe essere stata di circa 2000 persone, una manifestazione per richiedere l’approvazione delle unioni civili. Sembrava tutto in po’ sottotono. E c’era bisogno di qualcosa che prendesse l’attenzione. Una sveglia dunque per svegliare l’Italia. I cuori e le coscienze. 1 Milione di persone sono scese in piazza, dalle 2000 stimate solo una settimana prima: un messaggio giusto mobilita le masse. Ed oggi l’Italia sembra più desta. Le comunità LGBT richiedono una legge sul matrimonio ugualitario, ma in realtà questa legge è l’emblema dell’accettazione sociale di una condizione naturale.

Hai ricevuto numerosi riconoscimenti sia nel settore dell’arte che della moda, tra i maggiori: -Premio della Comunità Europea 1996 per la realizzazione dell’opera simbolo del Congresso internazionale sull’Educazione -Premio Andrea Pazienza per l’Illustrazione Foggia 1997 -Premio Accademia Raffaello di Urbino 1997 -Premio Emiliano D’Auria Salerno 1997 -Premio “Moda e Futurismo” della Fondazione Biagitti Cigna. Sei impegnato costantemente in manovre di Flyer Art a scopo sociale diretti alle persone che tutti i giorni subiscono le conseguenze di una vita dove non si sentono partecipi, secondo la tua opinione cosa manca a questa umanità affinché i popoli possano rispettarsi nelle loro diversità e non creare più fenomeni di emarginazione?

Io sostengo che la felicità sia una scelta di vita. Spesso questa frase irrita come un sassolino nella scarpa a chi pensa di essere vittima degli eventi e del destino. Persone sulla carrozzina a rotelle, malati in fin di vita, emarginati. Mi hanno insegnato che la felicità non è data dalla condizione, ma da come si riesce a vivere una condizione. Il mondo continua a dare potere alla paura, che crea separazione. Tutti sognano l’amore ma poi agiscono succubi di paure culturali che limitano le possibilità e capacità di comprensione reciproca.
Manca una reale fiducia nell’amore, un incondizionata e autentica fiducia nell’amore.

Il 28 Gennaio approderà in Senato la legge per le unioni civili e per le stepchild adoption. Come vivi questa modalità di decidere, da parte di un organo politico, la libertà di amare di un individuo? La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dichiara:” Tutti gli esseri umani nascono liberi ed uguali in dignità e diritti” pensi che ad oggi si stia rispettando tale dichiarazione?

Credo che sia più facile cambiare delle leggi che togliere la paura della diversità dal cuore dell’uomo. Molti agiscono nel nome del mondo che hanno trovato e che normativamente ritengono il mondo migliore. La paura del cambiamento è alla base di troppi pensieri. La tristezza più amara arriva dalla convinzione che donare una possibilità ad altri limiti le possibilità d quella che viene considerata una classe dominante (sotto la bandiera di un illusoria normalità). E’ triste per l’umanità nel 2016 dopo troppe filosofie, avere ancora bisogno di leggi per creare del rispetto.
Le Leggi scritte sono una sconfitta dell’umanità. Forse è un affermazione forte ora, ma ritengo che chi è in pace con se stesso non porta con se rabbia. Le leggi dell’amore sono facili da capire, senza doverle leggere.

Hai appena partecipato a Pitti Uomo a Firenze, qual è il bilancio della moda oggi in Italia vista la grave crisi economica?

La crisi esiste per una classe sociale medio-bassa, triste affermarlo, ma in questo momento la crisi riguarda un 70% di popolazione contro un trenta che sta felicemente brindando ad incrementi record. La Comunicazione ha poi talmente esasperato il concetto che tutti ormai vivono in recessione (io che lavoro dal 1996 non ho mai conosciuto un momento che venisse ritenuto fiorente). A Pitti invece c’era aria di festa, tutti in posa pronti per essere protagonisti di quel mondo che genera crisi e tendenze.
La crisi del Consumismo, non è un male. Forse un nuovo equilibrio di valori e fatturati sarebbe la fortuna di un futuro più a misura d’uomo.
La Moda è una macchina che genera (e degenera) desideri.

Love's Nations - AngeloCruciani - picturebyManuelScrima1

Come vestirà per la prossima stagione l’uomo Angelo Cruciani?

Sarà sempre ironico, e usufruirà della geometria per creare un po’ di equilibrio in un mondo squilibrato e un po’ di squilibrio in degli stereotipi ormai fuori dal mondo.
Ho Creato un uomo che riscopre l’esoterismo, l’alchimia, che strizza l’occhio all’oro, e che non sceglie le mezze misure, vivendo quell’eterno contrasto estetico filosofico del bianco e nero. Unica nota cromatica (ma solo perché cosmica) il blu spazio, declinato in mille sfumature di infinito.

Army Of Love Fashion Art Performance for Pitti By AngeloCruciani 1                              foto 2

Una grande stella del panorama musicale internazionale, David Bowie, è appena mancato. È stato un rivoluzionario in termini musicali, un creativo sempre in continua evoluzione, credi che questo sia il segreto per diventare una star?

Non si diventa una Star, si nasce Star e piano piano si realizza di esserlo.
Certamente il coraggio di cambiare è una dote di pochi, è il segnale di un intelligenza divina, che oltrepassa la paura del giudizio e del conosciuto, sperimentare è creare. È essere Dio.
David Sarebbe stato una Superstar qualsiasi professione avesse intrapreso, conosco Superstar che lavorano alla cassa del Supermercato o in officina, in fabbrica e persino disoccupati. Non sono le conferme del Mondo il vero Successo.

Sei nato a Cagli in provincia di Pesaro Urbino, oggi abiti a Milano e sei un artista affermato. Da piccolo immaginavi di diventare tutto questo?

Arrivo da una realtà molto umile, sono il nipote di persone che coltivavano la terra e crescevano cavalli, sin da piccolo sono stato educato al realismo e alle durezze del sacrificio come strada che nobilita il lavoro. Ma a tutto ciò non ho mai creduto troppo, ho sognato molto e ho seguito soprattutto la visione proibita di essere ciò che volevo. Quando esternavo i miei desideri da piccolo, tutti mi dicevano: VOLA BASSO… non li ho ascoltati.
I miei genitori hanno creduto molto alle mie potenzialità e sostenuto nella follia delle mie scelte: il loro sostegno psicologico è stato fondamentale.
Sognavo il Mondo e quando ho iniziato a viaggiare, mi son sentito sulla mia strada. La mia casa è il movimento.

Da artista creativo quale sei, vorrei che concludessi tu questa intervista come meglio credi.

…vorrei rispondere con il silenzio, lasciare quel meraviglioso spazio vuoto dove ognuno crea le sue domande e le sue risposte…ascoltando l’universo.

IMG_0077

Grazie Angelo!

PS: Stavo per dimenticare di fare pubblicamente i miei complimenti ad Angelo per aver raggiunto un altro successo… i suoi abiti sono stati indossati dai Blu Vertigo al Festival di Sanremo 2016! (vedi foto)

ac-ss2015-b 057 mod3-finale

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Hollywood ed il suo Oscar

Annunci

Un pensiero su “Un Angelo caduto dal cielo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...