Nel bosco di betulle


download (9)

Immaginate un antico popolo nordico che viveva nel bosco rispettandone gli equilibri e i ritmi stagionali e che dal bosco, ricco di alberi di Betulla, ricavava un elisir benefico: la linfa di Betulla.

Strettamente legata alla vita umana, come simbolo tutelare,  per i popoli slavi l’albero di Betulla era associato alla leggenda delle Rusolski, le bellissime ninfe degli stagni e tra dei laghi. A tarda primavera, nei giorni del disgelo, uscivano dalle acque e si portavano, vestite di lunghi abiti candidi, a insidiare i viandanti che si trovavano a passare tra i boschi di tronchi biancastri. Chi non fosse stato in grado di resistere a loro, veniva catturato e ucciso. Per scongiurare questo pericolo, quelle popolazioni erano solite tagliare annualmente una enorme betulla, per poi metterla eretta nella piazza del paese e danzarvi attorno lungamente in modo propiziatorio. Di quella stessa pianta si faceva poi, a sera inoltrata, un grande falò e se ne disperdevano le ceneri nei campi.

Dall’albero di Betulla sin dall’antichità, veniva estratta la linfa, questa bevanda miracolosa nota per le proprietà rigeneranti e depurative. La sua disponibilità è sempre stata molto limitata, a causa dei sistemi di raccolta e soprattutto a causa del tempo di conservazione molto breve (Il raccolto veniva effettuato con incisioni nel tronco e la linfa conservata in contenitori di legno).

Questo sistema antico permetteva di ottenere solo una quantità limitata di succhi da ogni albero, lasciando la linfa necessaria all’ albero per permettere la rigenerazione.
La Betulla è un albero che può raggiungere i 15–30 m di altezza, foglie variamente formate e sfumate di giallo a seconda della specie o varietà,le Betulle si caratterizzano per la corteccia bianca sporca dovuta alla presenza di granuli di betulina ( sostanza dall’ elevata attività antinfiammatoria e dalle straordinarie proprietà diuretiche e depurative), sono dotate di una notevole rusticità, resistendo a condizioni ambientali avverse, quali geli improvvisi e prolungati e lunghi periodi di siccità; quindi possiamo dire che la linfa è la parte vitale della pianta e che perciò possiede numerose virtù.

La Betulla caratterizzata da una prorompente forza vitale aiuta a depurare i tessuti corporei in profondità, liberandoli dalle scorie ed evitando le infiammazioni che sono responsabili della comparsa di alcune importanti patologie, il suo estratto idroalcolico è dotato di potente azione diuretica, drenante linfatica, antisettica ed anti-infiammatoria, questo grazie al  contenuto di saponine (sostanze in grado di proteggere la pianta dagli attacchi dei parassiti), di polisaccaridi (carboidrati) e di altri componenti che cooperano globalmente ad un effetto drenante dei liquidi in eccesso, per tale motivo la Linfa di Betulla è un ottimo prodotto da utilizzare anche contro la cellulite.

Agendo come depurativo naturale aiuta l’organismo ad eliminare gli acidi urici, le tossine (soprattutto quelle derivate da cure farmacologiche, terapie cortisoniche o ormonali) e i ristagni di liquidi nei tessuti. E’ consigliabile assumere la Linfa di Betulla per mantenersi o ritornare in forma, per la bellezza della pelle, per combattere la cellulite.

Ma essa non sostiene soltanto il nostro sistema linfatico nella sua funzione drenante, agisce anche come stimolante delle naturali difese dell’organismo, contro gli effetti dannosi dei radicali liberi e gli attacchi di agenti infettivi, pertanto possiamo considerarla un elisir di eterna giovinezza.

Assumere per via orale Linfa di Betulla apporta un cocktail di sali minerali fondamentali all’ organismo quali: potassio, calcio, magnesio e fosforo che in combinazione regolano la contrazione muscolare, inoltre il fosforo è basilare per la composizione delle ossa e dei denti.

L’ assunzione di  Linfa di Betulla ci aiuterà a proteggere e rigenerare gli organi o i distretti corporei quali: apparato digerente, vie urinarie, vie respiratorie, sistema nervoso e tessuto cutaneo, dalle gemme di betulla macerate invece, si ottiene un potente olio essenziale drenante che regola il metabolismo e favorisce la rigenerazione dei tessuti, purificandoli.

L’essenza, mescolata a un olio vegetale, viene usata per il massaggio anti-cellulite.
L’utilizzo di Linfa di Betulla è quotidiano preferibilmente al mattino per un periodo di circa 15 giorni, da ripetere soprattutto nei cambi di stagione, la si può diluire nella spremuta di arancia o nel succo di mela che ne potenzia l’effetto anti age grazie all’ azione dell’acido malico,  importante antiossidante naturale.

Con questa bevanda dalle millenarie virtù ci trasformeremo in eteree ninfe che fluttuano leggere nei boschi incantati. 🙂

download (8)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...