IL CONTURING


Il CONTOURING, l’arte di ombreggiare (chiaro scuri) nel make up, si utilizza per scolpire ed illuminare il volto correggendo le imperfezioni ed esaltando i punti di forza.
Vediamo come si realizza tecnicamente il CONTOURING.
Innanzitutto dobbiamo preparare la pelle per il make up, quindi dopo un opportuna detersione con il prodotto più adatto alla propria tipologia di pelle, subito dopo possiamo applicare un peeling/scrub che con movimenti circolari dall’interno verso l’esterno del viso, eliminerà lo strato corneo donando così una nuova luce al volto.
Dopo la rimozione dello strato corneo (cellule morte) la pelle necessità di essere riequilibrata, pertanto possiamo applicare uno strato leggero di maschera idratante/nutriente (a seconda della tipologia di pelle) che terremo un posa circa 5 minuti.
Una volta rimossa la maschera, possibilmente con una garza di cotone imbibita di lozione tonica decongestionante o astringente, possiamo passare ad applicare la crema più adatta.
La scelta della crema dipende dalla tipologia di pelle: secca, disidratata, mista o grassa, per ogni tipo di pelle vi sono creme specifiche, in linea di massima possiamo preferire, per un daily make up (tutti i giorni) una base fluida idratante con spf (filtro solare).
Tale soluzione è ciò che occorre alla nostra pelle poiché, durante la giornata, l’acqua presente nei tessuti cutanei tende ad evaporare creando quell’ antiestetico effetto “riga” del fondotinta o ancora peggio creando macchie di colore.
Ora la nostra pelle è pronta per essere truccata.


La scelta del fondotinta determina la buona esecuzione del make up ed anche il risultato finale, per questo è fondamentale scegliere il fondotinta su misura per la nostra pelle: liquido (pelle mista), crema (pelle secca/disidratata) in polvere (pelle mista/grassa) ma soprattutto fondamentale è sceglierlo del colore giusto che ben si adatti alla naturale tonalità della nostra pelle.
La prova della corretta tonalità del fondotinta possiamo eseguirla sul collo, in ogni modo il mio consiglio è quello di utilizzare sempre un fondotinta di mezzo tono più chiaro della pelle, il risultato finale sarà quello di avere una luminosità naturale e conseguentemente minimizzare le imperfezioni.
Stendiamo il fondotinta sul viso, con pennello per un risultato naturale, con spugnetta per un risultato più coprente, facendo attenzione alle estremità del volto e al collo, poi guardandoci allo specchio, a seconda della forma del nostro volto, eseguiamo il CONTOURING (vedi foto tipologie volto).

Foto 23-11-15, 19 45 06
Anche il CONTOURING può essere eseguito con prodotti in polvere o in crema, sicuramente non dobbiamo mescolare le tipologie di texture altrimenti il risultato non sarà soddisfacente, se abbiamo utilizzato un fondotinta liquido utilizzeremo prodotti per CONTOURING in crema, altrimenti in polvere.
Per i prodotti in crema possiamo utilizzare apposite spugnette triangolari (facilitano la stesura), mentre per quelli in polvere utilizzeremo un pennello tagliato in sbieco.

Le zone del volto dove eseguire il CONTOURING:
Chiari

  • Al centro della fronte.
  • Lungo la parte superiore delle sopracciglia.
  • Sul ponte del naso.
  • Sugli zigomi (per capire dove sono, sorridi).
  • Sull’arco di Cupido (la zona che si trova tra la punta del naso e il contorno labbra)
  • Al centro del mento

Scuri

  • Direttamente sotto l’attaccatura dei capelli, sulla parte superiore della fronte.
  • Su entrambi i lati della fronte, vicino all’attaccatura dei capelli.
  • Sul lato destro e sinistro del naso.
  • Negli incavi delle guance (per trovarli, risucchia le guance verso l’interno).
  • Su entrambi i lati della mandibola, dalle orecchie alla punta del mento.

A questo punto possiamo portare a termine il make up applicando una cipria in polvere rigorosamente trasparente per fissare il lavoro appena eseguito e per permettere l’applicazione, senza “sbavature” delle successive polveri che andremo ad applicare sugli occhi.
Terminato il make up, controlliamo sempre se vi è la necessità di ripristinare il colore chiaro in alcuni punti del volto aggiungendo maggiore enfasi espressiva.
Ricordiamo sempre che il make up è il risultato finale di alcune azioni precedentemente effettuate, come il prendersi cura della nostra pelle, la sana alimentazione e l’uso degli integratori mirati. (a questi ultimi dedicherò un articolo).
Quando realizziamo un make up siamo dei pittori, giochiamo con i chiaro scuri, con i colori, con le sfumature e con gli effetti, se dipingiamo su di una tela bianca, liscia, senza imperfezioni il nostro disegno sarà perfetto, altrimenti vedremo addensamenti di colore, opacità, righe o piccole crepe che non daranno l’effetto finale desiderato.
Per questo dobbiamo creare un ottima tela (pelle) su cui dipingere la nostra bellezza (make up) !!!!
A proposito di pittori o pittrici, prossimamente pubblicherò un intervista fatta ad una bravissima artista nonché amica: MAFALDA PEGOLLO.
Potremmo cosi meglio comprendere quanta arte c’ e sia nell’ esecuzione di un make up che di un quadro e soprattutto spiegando quali tecniche accomunano i due tipi d’ arte.
A PRESTO E NEL FRATTEMPO ESERCITATEVI CON IL CONTOURING!!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...